Zavalloni e la pedagogia

Zavalloni e la pedagogia

Oggi sono andato in giro per le colline di Cesena (FC) a cercare il parco di Santa Lucia, nel quale in questo periodo si ricorda un grande insegnante, dirigente e soprattutto educatore, Gianfranco Zavalloni. Non vuole essere un tema critico sull’uso delle tecnologie a confronto dei semplici materiali e della abilita manuale, ma voglio “solo” far presente un uomo che è riuscito a vedere negli occhi dei ragazzi delle scuole che ha frequentato. Non ci crederete, ma con i suoi giochi e i suoi burattini è riuscito ad incantare tanti ragazzi. Inventava storie e costruiva artifici con la semplicità di chi amava l’arte d’educare con creatività. Se vi capita di passare dalla Romagna un sabato oppure una domenica, fermatevi un attimo dal parco di Santa Lucia.

Maurizio

Ecco il mio primo blog in wordpress

Eccomi arrivato alla costruzione del primo blog. Avevo iniziato a costruirlo con blogger ma è un’esperienza già provata. Allora mi son detto “perchè non provare qualcosa di nuovo?”. Così mi sono iscritto a WordPress.com e con esso proseguo l’avventura al “Connettivist Massive Open Online Course “#ltis13” e speriamo bene!!

Ah, dimenticavo, anche se l’indirizzo del blog è ben chiaro nella barra. Il mio blog si chiama Ziomaestro e mi trovate a mabalzani.wordpress.com.

Regole nel cyberspazio

un racconto di Cory Doctorow;In questo link trovate la traduzione in italiano, scaricabile anche in versione pdf, da stampare o portare su un lettore per leggerlo più comodamente.

Riferimenti a norme iscrizione Fb e Google:

Colpo d’occhio alle fonti del cyberspazio

Lo strumento fondamentale è quello dei web feed (versione in italiano):

 

  1. Per prima cosa dovete utilizzare un aggregatore.

    1. In questo laboratorio propongo di utilizzare un’applicazione open source che si chiama RSSOwl: si può utilizzare liberamente, funziona su tutti i sistemi, è facile da usare.(http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=CVh9EeQJL7c) e (http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=hh3TraX3cE0)

In alternativa chi vuole può cimentarsi con un servizio web, ad esempio BlogLines.

Io uso l’aggregatore standard del browser firefox ed ho evidenziato notizie su cronaca locale, nazionale, riferuimento editoriale scuola, istituzionale scuola, sindacale scuola. Si è capito che lavoro nella scuola?

I vari tipi di sw

    • Software libero –> software sviluppato da comunità di programmatori che credono in un’etica della condivisione….es libreoffice

    • Software open source–>software distribuito liberamente insieme al codice sorgente da programmatori oppure anche da aziende…es openoffice

    • Software proprietario –>software che viene prodotto da un’azienda e venduto senza i codici sorgente in chiaro, ma solo nel formato cosiddetto eseguibile, cioè in grado di girare su un computer…es.Msoffice

    • E poi ci sono i web service, che svolgono le stesse funzioni di un software ma semplicemente accedendo ad appropriate pagine web …es.Drive e Zoho.

    • Piratepad è invece un editore di testo che si presenta sotto forma di servizio web, consentendo di elaborare testi in modo condiviso. Tali testi, elaborati in rete nella forma di appunti di lavoro condivisi, in gergo vengono chiamati tout court pad.